Difesa e carattere: la Waterpolo Bari batte TeliMar Palermo, nella prima di ritorno

«E’ stata una delle nostre migliori partite, soprattutto nella prima parte e in difesa. Abbiamo vinto grazie al nostro grande carattere e alla capacità del collettivo di fare gruppo». L’allenatore della Waterpolo Bari, Antonello Risola, riassume con queste parole l’ennesima bella prova della squadra biancorossa che, anche alla prima di ritorno, è riuscita ad avere la meglio sul forte ed esperto Telimar Palermo. Questa volta la vittoria arriva di misura e allo Stadio del Nuoto, 11 a 10, al termine di una vera e propria battaglia pallanuotistica giocata a colpi di bracciate, anticipi difensivi, coperture e poche sbavature in attacco. Una grande prova per capitan Di Pasquale e compagni, in grado per quasi tutto l’andamento dell’incontro di arginare i temuti Di Patti e Lo Cascio. Grande prestazione difensiva, quindi, che ha rischiato di essere vanificata solo dal black out generale dei Reds, che ha permesso ai siciliani, dal terzo al quinto minuto del quarto tempo, di mettere a segno un parziale di quattro reti a zero e annullare lo svantaggio accumulato a cavallo tra la penultima e l’ultima frazione, con la Waterpolo a segno per ben sei volte consecutive e in avanti 10 a 6. Sul dieci pari è emerso dalle acque della vasca dell’impianto barese ancora una volta il grande carattere del gruppo allenato da Risola, bravo a non disunirsi e colpire al momento giusto, con la rete di Santamato, a 6’ e 5”, in situazione da uomo in più. La prova dei difensori biancorossi è riassunta nei numeri: Palermo è riuscita a concretizzare le occasioni da uomo in più soltanto cinque volte su quindici. La vittoria porta la Waterpolo a consolidare il quinto posto in classifica al suo esordio in A2, con 23 punti in cascina e meno due dalla zona play off. L’obiettivo salvezza, ora, è sicuramente alla portata della squadra allestita dal presidente Emanuele Merlini assieme ai suoi amici soci. «Sapevo che loro – spiega ancora Risola – sarebbero venuti qui per fare risultato. Sul 10 a 6 ero convinto che non avrebbero mollato. Ma noi siamo stati bravi a reagire dopo il pareggio, come del resto quando eravamo sotto di due a inizio terzo tempo. Faccio i miei complimenti a tutta la squadra per la prestazione». Sabato prossimo la Waterpolo affronterà in trasferta una diretta concorrente, la Rari Nantes Frosinone, battuta già all’andata. Un altro risultato positivo proietterebbe i Reds in una posizione di classifica invidiabile e davvero inaspettata alla vigilia del campionato.

 

Dodicesima giornata serie A2 (girone Sud)

Stadio del Nuoto di Bari, sabato 4 marzo 2017, ore 16.00

Waterpolo Bari – Telimar Palermo 11 – 10 (3-2, 1-2, 4-2, 3-4)

Arbitri: Nicolosi e Scappini

La Telimar ha 12 giocatori a referto. Usciti per limite di falli Sassanelli (B) e Galioto (T) entrambi nel quarto tempo. Nessun espulso. Superiorità numeriche: Waterpolo Bari 6/10; Telimar 5/15. Spettatori 300 circa.

Waterpolo Bari: Tramacera, Gregorio (1), Sassanelli (1), Scamarcio (1), Provenzale (2), Nosovic, Padolecchia, Santamato (2), Di Pasquale 4), Palmisano, Valentini (De Bellis), Patti, Orsi. All.: Antonello Risola