L’arte di Soap the Wizard colora lo Stadio del Nuoto per Bari Real Estate 2015

Una parete lunga 30 metri e alta tre prende colore. L’arte la rigenera e arricchisce la città attraverso uno dei suoi impianti sportivi più importanti, regalando nuove prospettive. Una visione diversa. È ciò che accade in questi giorni allo Stadio del Nuoto di Bari, dove la mano di Soap The Wizard, uno dei writer baresi più conosciuti a livello internazionale, sulle scene urbane fin dagli anni ’90, sta per completare una delle sue opere più importanti in città. Così, la street art incontra lo sport. Il giallo, il blu, il rosso, i disegni e le forme semplici, lineari, vicine alla fantasia dei più piccoli, arricchiscono i muri esterni delle piscine comunali, in particolare quelli dell’edificio che ospita la vasca da 25 metri. Un’opera d’arte di grandi dimensioni visibile lungo una delle arterie di passaggio più frequentate di Bari, tra il lungomare, l’Arena della Vittoria e la Fiera del Levante. L’iniziativa è nata grazie alla collaborazione della Waterpolo Bari, società che gestisce la struttura dello Stadio del Nuoto, gli assessori comunali alla Cultura e allo Sport, Silvio Maselli e Pietro Petruzzelli, e, naturalmente, l’associazione culturale Pigment Workroom, curatrice di “Bari Real Estate 2015”.

L’opera di Soap, infatti, rientra nel progetto che “mira alla valorizzazione artistica, sociale e territoriale dei quartieri periferici San Pio e Libertà, proponendo interventi di ri-estetizzazione urbana partecipata aventi come protagonisti artisti e residenti delle suddette aree”. “Siamo attenti a intercettare le iniziative che possono essere positive per la struttura dello Stadio del Nuoto e la collettività in generale – spiega Sergio Gallo, segretario della Waterpolo Bari, tra i promotori del progetto -, perché il nostro obiettivo è quello di rendere lo Stadio del Nuoto non solo un contenitore per attività sportive, ma anche uno spazio aperto a progetti culturali. In questo ambito vorremmo organizzare, il prossimo inverno, dei corsi, assieme ai ragazzi di Pigment Workroom, con lezioni sull’apprendimento delle arti manipolative e pittoriche. Inoltre – prosegue Gallo – ci piacerebbe che le gradinate della piscina olimpionica siano valorizzate con un’altra opera pittorica che raffiguri un segno distintivo, una rappresentazione della società e degli sport che vengono praticati nell’impianto. A breve incontreremo, per pianificare queste e altre iniziative, il referente di Pigment Workroom, Mario Nardulli, e gli assessori comunali Maselli e Petruzzelli, che ci hanno supportati in questa prima iniziativa. Mi premere ringraziare la ditta Vital Vernici di Massimiliano Bosco che ha fornito, gratuitamente, il materiale per il dipinto”.

“Non appena Soap ha saputo di potersi esprimere su uno spazio così importante per la città – racconta Nardulli –, su una parete così spettacolare, ha accolto l’invito con entusiasmo, immergendosi in questo lavoro. L’opera sarà terminata in questi giorni. Bari Real Estate 2015 proseguirà fino a settembre, quando arriverà Dem, uno dei writer più conosciuti al mondo, che dipingerà una struttura grigia dell’acquedotto, all’altezza del Lungomare. Poi faremo una grande festa, dove inviteremo la gente a conoscere le opere disseminate tra le strade dei rioni Libertà e San Pio, attraverso una mappa e dei punti di riferimento”